Skip to content

monasterocarpineto

Home Testimonianze XXV professione -testimonianza
P. Vito Mastrantonio PDF Stampa E-mail
p. VITO MASTRANTONIO (Alberto dell'Addolorata)

Alle 21 del 2 maggio 2017 dopo un lungo periodo di malattia si spegneva serenamente nella comunità Passionista di Paliano -Fr-.
Padre Vito dell'Addolorata era nato a san Vito Romano il 28 novembre 1937.
Entrato giovanissimo tra i passionisti, dopo gli studi dell'obbligo, entrò nel noviziato a Falvaterra -Fr-,
dove professò il 29 settembre 1954, entrando di fatto nella famiglia passionista.
A Napoli fu ordinato sacerdote nel 1962 e successivamente inviato a Roma all'Istituto Biblico per la licenza in Sacra Scrittura.
Fu anche in Germania per un corso, portando a termine la sua preparazione con scrupolo e metodo.
Tornato a Napoli fu impegnato nell'insegnamento ai giovani passionisti: introduzione biblica ed ebraico.
Fu poi trasferito a Itri -Lt- dal 1968 al 1970.
Il 1975 fu un anno importante per lui: fu il segretario del congresso internazionale sulla Sapienza della Croce che si tenne
all'Antonianum a Roma.
Accostò i più grandi teologi del novecento, quelli che avevano segnato il Concilio.
Nel 1976 partecipò al capitolo generale, dopo di che ritornò in provincia.
Dal 1976 al 1982 fu parroco di Falvaterra dove curò e seguì anche manualmente i lavori di rifacimento del tetto della chiesa.
In quegli anni fu provato dalla sofferenzam con interventi chirurgici di chirurgia addominale.
Dopo questi anni, padre Vito si trasferì a Paliano dove iniziò un'attività di predicazione per comunità religiose.
Nel 1990 passò alla comunità di Pontecorvo, dopo ritornò definitivamente a Paliano, sede che prediligeva per il clima e per la solitudine.
Finchè le forza lo hanno sorretto ha svolto le attività pastorali ordinarie e quella per comunità religiose, dalle quali era particolarmente richiesto.
La sua vita di intensa pietà, la sua familiarità con assidue infermità hanno nutrito il suo spirito e i suoi abbondanti temi scritti.

Il padre Vito è ricordato dalla nostra comunità con grande stima e affetto per gli anni che è venuto mensilmente come Confessore della Comunità. Ha prestato questo servizio dal marzo 2010 al gennaio 2017.
Riposi in pace nel gaudio del Signore e interceda per tutti noi.