Skip to content

monasterocarpineto

Home
Il cammino quaresimale C PDF Stampa E-mail

Il cammino quaresimale anno C

Le domeniche dell’anno C si presentano con lo schema solito. Inseriamo brevi meditazioni scritte da madre Elvira durante il cammino quaresimale. 

I : 10 marzo: Convertitevi e credete al vangelo 

(Dt 26, 4-10: Sl 90: Rom 18, 8-13: Lc 4, 1-13). “Ecco i giorni propizi per convertire il mio cuore a te, mio Dio. Tempo di riconciliazione con me stessa, con i fratelli, con tutto l’universo creato. Quaresima. Tempo di prova, ma tempo soprattutto di cambiamento totale. Dio si fa garante nella nostra –mia- riuscita se aderisco a Lui. Noi abitiamo all’ombra dell’Altissimo, dimoriamo in Lui e allora ‘mio rifugio , mia fortezza, mio Dio in cui confido’, di che temiamo?” (Madre Elvira del SS.mo Sacramento I dom. di quaresima, agenda 59)

II. 17 marzo: Mentre pregava il suo volto cambiò d’aspetto

(Gn 15, 5-12.17-18: Sl 26: Fil 3, 17-4,1: Lc 9, 28b-36). “La tua gloria o Dio, risplende sul Volto del Tuo Figlio. Parlavano dell’esodo di Gesù. In questo itinerario quaresimale ci risuona forte nel cuore questa parola: Cercate il suo volto! Il Volto di Dio è il Volto del Figlio, di Gesù trasfigurato sul Tabor che ci prepara ad un’altra visione quella del volto di Gesù sfigurato dal dolore ma pur sempre bello, perché sul Volto leggiamo: amore, contempliamo l’Amore”. (Madre Elvira del SS.mo Sacramento, II dom. di quaresima, agenda 59).

III. 24 marzo: fate penitenza il regno di Dio è vicino

(Es 3, 1-8.13-15: sl 102: 1Cor 10, 1-6.10-12: Lc 13, 1-9) “Mosè pascola il gregge di Jetro suo suocero e andando arrivò all’Oreb. Gli apparve l’angelo del Signore in una fiamma di fuoco nel roveto. Voleva avvicinarsi Mosè per vedere quello spettacolo. A quale idolo, mio Dio, si potrebbe dare un nome? Quale idolo si chinerebbe a noi? Quale idolo si piegherebbe ai nostri desideri? Mio Signore, fa che io mi converta e creda. Creda alla ta Parola, creda al tuo amore per me. Creda alla tua pietà verso di noi. Tu solo Signore della nostra storia puoi aver pietà e soccorrerci”. (Madre Elvira del SS.mo Sacramento, III dom. di quaresima, agenda 59).

IV. 31 marzo: Padre, ho peccato contro il cielo e contro di te

(Gs 5,9a 10-12: sl 33: 2Cor 5, 17-21: Lc 15, 1-3.11-32) domenica Laetare. “E’ avvenuto il passaggio dal Mare Rosso. Siamo liberati dalla schiavitù del peccato.  Sono qui a ringraziarti perché troppo grande è la tua misericordia.  Guidaci nel cammino e accompagnaci dall’oscurità delle tenebre alla luce radiosa del tuo Volto. Ti siamo figli” (Madre Elvira del SS.mo Sacramento, IV dom. di quaresima, agenda 59).

V. 7 aprile:  Chi è senza peccato scagli la pietra contro di lei

(Is 43, 16-21: sl 125: Fil 3, 8-14: Gv 8,  1-11). “A Dio tutto è possibile anche ripetere le opere meravigliose compiute durante la schiavitù in Egitto. Anche i miracoli compiuti durante l’Esodo.  Il progetto del Padre si compie nella salvezza dell’uomo. Questi è oggetto di misericordia. Come ci comportiamo? Gesù ha compassione della donna e le dice..”va non peccare più”. (Madre Elvira del SS.mo Sacramento, V dom. di quaresima, agenda 59)

VI. 14 aprile Domenica delle Palme: Gesù presenta la sua morte in un clima di trionfo (Is 50, 4-7: sl 21: Fil 2, 6-11: Lc 22,14- 23, 26) passio. “Benedetto colui che viene nel nome del Signore. Gesù, tu entri trionfalmente a Gerusalemme. Un’entrata che sembra un’investitura regale ed invece è qui, in Gerusalemme che sai ingiustamente accusato, condannato e messo a morte. Gerusalemme non è il luogo del tuo trionfo ma della tua atrocissima morte”. (Madre Elvira del SS.mo Sacramento, Palme agenda 59)

Gesù offre la salvezza al ladrone pentito. Gesù offre un esempio di abbandono totale al Padre: “Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito”. Commovente: Padre! È l’ultima Parola di Gesù” (Madre Elvira del SS.mo Sacramento, Palme agenda 59)