Skip to content

monasterocarpineto

Home
Le tentazioni di Gesù PDF Stampa E-mail

Le tentazioni di Gesù

Ecco i giorni propizi per convertire il mio cuore a te, mio Dio. Tempo di riconciliazione con me stessa, con i fratelli, con tutto l’universo creato. Quaresima, tempo di prova, ma tempo soprattutto di cambiamento totale. Dio si fa garante nella nostra –mia- riuscita se aderisco a Lui. Noi abitiamo all’ombra dell’Altissimo, dimoriamo in Lui e allora “mio rifugio, mia fortezza, mio Dio, in cui confido” di che temiamo? Se dimoriamo al suo riparo nessuna sventura ci colpirà, nulla cadrà sulla nostra tenda. Leggiamo con calma il salmo 90. Troveremo grande aiuto e grande pace.

La drammatica scena delle tentazioni di Gesù (Lc 4, 1-13) ha il suo punto centrale nella risposta del Signore al demonio. “Solo al Signore Dio tuo ti prostrerai e Lui solo adorerai”.

“Non di solo pane vive l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio”. Noi siamo incapaci di soddisfare appieno le nostre aspirazioni e dunque cerchiamo di divagare, di non pensare…abbiamo paura di questa nostra radicale incapacità. Ma non c’è forse la forza di Dio che combatte con noi? Quante inutili inquietudini per non fidarci di Dio, per non confidare nel suo aiuto, nella sua grazia, per non abbandonarci al suo amore che ci custodisce. Talora fuggiamo il silenzio, abbiamo paura della solitudine, del confronto con la Parola ma forse Dio non è più il nostro rifugio? Ci allarmiamo per il domani. Domani c’è la Provvidenza. A che accumulare? Ci basta la certezza che Dio è con noi. Grazie Gesù, per avermi dato l’esempio per come vincere” (Madre Elvira del SS.mo Sacramento, agenda 59, quaresima 2004).